L’agopuntura ripara il cervello dopo un ictus

Come può essere d’aiuto l’agopuntura dopo un ictus?

I punti più usati nel recupero dopo ictus con l’agopuntura sono di solito punti del canale yangming, costituito dai meridiani di Stomaco e Intestino Crasso. Ma la ricerca più recente suggerisce che anche punti di altri canali possono essere utili in queste condizioni patologiche.

A questo proposito, citiamo un lavoro del 2012 elaborato in Cina.

I ricercatori della Guangzhou University of Chinese Medicine notano che l’agopuntura “promuove […] la proliferazione e la differenziazione delle cellule staminali neurali nel cervello… accelera l’angiogenesi e inibisce l’apoptosi”.

In parole più semplici, sembra proprio che l’agopuntura sia capace di rigenerare i tessuti nervosi danneggiati dall’ictus, di migliorare la circolazione, e di inibire la morte cellulare.

I punti dei meridiani straordinari di renmai e dumai usati in questo studio sono stati:

  • CV24-chengjiang
  • CV6-qihai
  • CV4- guanyuan
  • GV20-baihui
  • GV14-dazhui

La scelta di questi punti non è spiegata nel dettaglio nel lavoro ma, come suggerisce il mio Maestro di agopuntura e di Medicina Tradizionale Cinese prof. Leung Kwok-po, “una formula dovrebbe essere considerata una occasione di studio e non una ricetta da applicare acriticamente”.
Per esempio, possiamo ricordare che il canale dumai è l’unico canale, insieme a quello di vescica, a penetrare direttamente nel cervello tramite un ramo secondario che si distacca da GV20-baihui e che GV14-dazhui è il punto in cui si incontrano tutti i canali yang compreso lo yangming.
Ancora, che i punti CV6-qihai e CV4-guanyuan sono potenti punti di tonificazione dell’energia corretta dell’organismo (zhengqi) e che a partire da CV24-chengjiang il canale di dumai nutre il viso.

In conclusione, non esistono i punti giusti, ma solo i punti la cui scelta, all’interno di un sistema coerente, è comprensibile. E che naturalmente poi “funzionino”, anche se sull’uso della parola “funziona” si potrebbe aprire un altro enorme capitolo…

 

Fonte: Zhou-xin Yang, Peng-dian Chen, Hai-bo Yu, Wen-shu Luo, Yong-Gang Wu, Min Pi, Jun-hua Peng, Yong-feng Liu, Shao-yun Zhang, Yan-hua Gou (Department of Acupuncture and Moxibustion, Shenzhen Traditional Chinese Medicine Hospital, Guangzhou University of Chinese Medicine, Guangdong Province, China), Research advances in treatment of cerebral ischemic injury by acupuncture of conception and governor vessels to promote nerve regeneration, Journal of Chinese Integrative Medicine, Jan. 2012. vol. 10, 1.

 

Un lavoro più recente su agopuntura e ictus

L’ictus ischemico cerebrale focale acuto (IS) è una delle principali cause di morbilità e mortalità in tutto il mondo. L’agopuntura è una terapia alternativa emergente che è stata trovata utile per l’ischemia cerebrale acuta. Tuttavia, il meccanismo protettivo sottostante del suo effetto neuroprotettivo rimane poco chiaro. …. Questo studio mira a esplorare l’effetto dell’agopuntura sui punti … GV20 e BL23 ….. Il nostro studio ha dimostrato che l’agopuntura esercitava un effetto neuroprotettivo contro l’apoptosi neuronale dopo l’ictus.

 

Fonte: Xu X, Fang Q, Huang W, Li B, Zhou X, Li J, Effect of electroacupuncture on Neurological Deficit and Activity of Clock and Bmai1 in Cerebral Ischemic Rats, Current Medical Science volume 40. 

 

Vito Marino
Medico agopuntore

 

Immagine di copertina: Credit: Wellcome Library, London. Copyrighted work available under Creative Commons Attribution only licence CC BY 4.0 http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

 

Ultima revisione: 17/01/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.