Il Fegato come Ministro della Guerra

Come descrivono il Fegato i Classici della medicina cinese?

Ecco cosa dice il capitolo VII del Suwen:

E’ il comandante militare che eccelle nella pianificazione strategica. Esso mantiene l’armonia tra gli ufficiali

 

Guan Yu, Palazzo d’Estate, Beijing

Carica ministeriale: Generale d’Armata

Il carattere di Fegato gān in cinese è 肝.

A sinistra il carattere 肉 “ròu” come si scrive nei caratteri composti, significa “carne”, a destra il carattere 干 “gān” che significa “scudo”.

Nel carattere gān 肝 è già insito il rapporto tra il Fegato e le sue caratteristiche “guerriere”, sebbene difensive come suggerito dalla presenza dello scudo.

Il Fegato in medicina cinese è visto come il generale.

Nello specifico la sua figura corrisponde a quella di funzionario militare che si occupa di ideare sia i piani che le strategie. Questo aspetto è strettamente in relazione con la funzione del Fegato di essere la residenza dello Hun, l’aspetto mentale del Fegato dello Shen, la funzione che determina la capacità di “vedere”, “prevedere”, essere in grado di pianificare le azioni e le decisioni in collaborazione con la Vescica Biliare, così come un bravo generale deve essere in grado di conoscere in anticipo i risultati delle sue decisioni belliche.

È dotato di spirito di iniziativa, grande intuizione e capacità di prevedere in anticipo le mosse del nemico; garantisce all’organismo le risorse necessarie per difendersi.

Gli intenti del Fegato, tuttavia, sono più difensivi che offensivi.

fegato

In caso di attacco il Fegato è il leader di tutto il corpo.

E’ lo stratega che determina le modalità con cui il corpo si dovrà difendere e di quale che sia la migliore strategia di combattimento nel caso specifico.

Quando la battaglia è conclusa, il Fegato si occupa di ricostituire le risorse del corpo.

“Il fegato controlla i muscoli e i tendini”

regolando il metabolismo energetico/sanguigno, che si sposterà verso il rilascio di sangue nei muscoli, mettendoli così in grado di esercitare la loro funzione contrattile nel modo più efficiente

 

Autore: Vito Marino, medico agopuntore 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.