Gambe e braccia stanche e senza forza secondo la medicina cinese

Ti è mai capitato di sentire gambe e braccia senza forza?

Fare fatica a camminare o a fare le scale, sentire i muscoli cedere di stanchezza facendo azioni che magari in altre occasioni hai fatto senza troppi problemi?

In medicina cinese, le manifestazioni a livello dei quattro arti sono importanti elementi da osservare per ottenere indizi utili dal punto di vista energetico.

L’interpretazione dei vari sintomi non è semplice ed univoca e va valutata di caso in caso, partendo dal singolo soggetto.

Come sempre, infatti, in medicina cinese è indispensabile procedere ad una valutazione energetica personalizzata che includa palpazione dei polsi e osservazione della lingua.

Nonostante ciò, possiamo riflettere sulle cause più comuni di alcuni sintomi tipici come la debolezza, l’atrofia, la sensazione di pesantezza e così via a livello degli arti.

In questo articolo affronteremo, in particolare, il tema della stanchezza dei quattro arti indicando i fattori che, dal punto di vista energetico, sono connessi a questo sintomo poco desiderabile.

 

Principali quadri energetici connessi a gambe e braccia stanche e senza forza

Tra le cause più comuni della debolezza degli arti in medicina cinese troviamo quadri energetici di deficit come:

  • il deficit del Qi dello Stomaco
  • il deficit di Qi e Sangue
  • il deficit dello Yang del Rene

gambe e braccia stanche

I  quattro arti e lo Stomaco

La medicina cinese stabilisce una connessione tra i quattro arti e gli Organi interni.

I quattro arti sono influenzati in primo luogo da Milza-Stomaco.

Milza e Stomaco (elemento Terra) sono, infatti, il centro della nostra energia, luogo di trasformazione ed elaborazione dei cibi al fine di estrarre energia e Sangue.

In questo ruolo, Milza e Stomaco, insieme, contribuiscono a generare il “carburante” e il nutrimento indispensabile ai quattro arti per le loro impegnative funzioni.

Un deficit del Qi di stomaco è una disarmonia che si manifesta facilmente con debolezza agli arti (soprattutto agli arti inferiori, importante luogo di percorrenza del Meridiano dello stomaco) e astenia generale.

Possono aggiungersi a questi sintomi altri più connessi ad aspetti digestivi come fastidio all’epigastrio, mancanza di appetito o feci molli.

gambe e braccia stanche

I quattro arti, il Qi e il Sangue

Gli arti deboli sono segnali piuttosto comuni in quadri di deficit di Qi e Sangue.

Questo quadro può essere un peggioramento del quadro precedente, derivante proprio dalla difficoltà di Milza-Stomaco di generare energia.

Ai sintomi legati alla stanchezza degli arti si aggiungono altri segni tipici nei casi di deficit di Qi e Sangue come: voce debole, vista sfocata, vertigini, formicolii agli arti o palpitazioni

gambe e braccia stanchi

I quattro arti e il Rene

Il Rene in medicina cinese ha importanti funzioni nel trasporto delle essenze estratte dal cibo.

L’indebolimento della sua energia causa inevitabilmente debolezza agli arti (in particolare alle gambe).

Questa situazione è tipica nelle persone anziane.

In età avanzata, infatti l’energia del Rene (Jing) tende a ridursi in modo fisiologico, manifestando questa riduzione con i sintomi tipici dell’invecchiamento (incanutimento, riduzione della forza, debolezza alle ginocchia e alla zona lombare, disturbi legati alle ossa e ai denti e così via).

Un quadro tipico di debolezza degli arti a causa dell’energia del Rene è quello connesso al deficit dello Yang del Rene.

Tra i sintomi di questo quadro energetico troviamo, oltre alla debolezza agli arti: astenia generale, ginocchia deboli e “fredde”, sensazione di freddo, apatia, lombalgia, poliuria chiara, nicturia, diminuzione della libido.

gambe e braccia stanche

 

Autore: Laura Vanni

Laura Vanni è operatore tuina-medicina cinese con diverse specializzazioni. E’, inoltre, istruttore certificato SNaQ  (sistema nazionale di qualifiche degli operatori sportivi adottato dal CONI) di qi gong e taijiquan stile Yang presso la Hung Sing Martial Arts Kung fu Academy. Precedentemente ha conseguito la laurea in sociologia e il dottorato in metodologia delle scienze sociali e politiche lavorando per circa 15 anni nel settore della ricerca sociale e di mercato. Ha scritto diversi libri divulgativi sui temi della medicina cinese, della meditazione e del qi gong.

Scritto da Laura Vanni:

“L’energia vitale. Le sue espressioni e le sue trasformazioni. I consigli della medicina cinese per il tuo benessere quotidiano”

Formato cartaceo

Formato ebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.