Cervello in medicina cinese, il “Mare del Midollo”

Il Cervello è definito dalla tradizione medica cinese “Mare del Midollo”:

Il Cervello è il Mare del Midollo e si estende dal vertice della testa al punto CV16 feng fu (Ling Shu Jing)

Il Midollo è di pertinenza al Cervello (Su Wen cap.10)

Il Cervello è uno dei sei visceri straordinari.

E’ connesso strettamente ai Meridiani Straordinari e alla Yuan Qi ed è in relazione, energeticamente e funzionalmente, con il Rene e il Cuore.

Il Cervello è, inoltre, in stretta relazione con la colonna vertebrale che, a sua volta, corrisponde al Meridiano Straordinario Dumai.

cervello in medicina cinese

La colonna collega il Dantien inferiore al superiore (Rene-Cervello) e si connette agli arti (tramite le radici nervose) che si muovono grazie alle indicazioni fornite dal Cervello stesso.

 

Il Cervello tra Rene e Cuore

Il Midollo che riempie il Cervello e la spina dorsale è prodotto dal Jing dei Reni.

Secondo la medicina cinese il Cervello, Mare del Midollo, è, quindi, connesso, dal punto di vista energetico e funzionale, ai Reni.

Oltre che dai Reni, secondo la medicina cinese il Cervello dipende dal Cuore per il suo nutrimento (in particolare dal Sangue del Cuore).

I Reni accumulano il Jing e il Cuore governa il Sangue: se il Jing e il Sangue sono abbondanti, si avranno effetti positivi sulla vitalità generale e sulle funzioni governate dal Cervello:

Se il Mare del Midollo è abbondante, la vitalità è buona, il corpo è leggero e agile, la vita è lunga; se è in deficit, ci sono vertigini, acufeni, visione offuscata, astenia e grande desiderio di stendersi (Ling Shu Jing)

In caso contrario, se il Jing del Rene o il Sangue del Cuore saranno in deficit, il Cervello ne risentirà: la memoria sarà modesta, la vitalità sarà scarsa, la vista e l’udito potranno essere meno efficienti.

Sintomi come scarsa memoria e difficoltà a concentrarsi, visione offuscata, difficoltà auditive possono dipendere, quindi, da un Vuoto del Mare del Midollo o da un Deficit del Sangue del Cuore.

Però attenzione. La presenza di questi sintomi non è, da sola, sufficiente per arrivare ad una conclusione “diagnostica”.

Infatti, come sappiamo, in medicina cinese un unico sintomo può derivare da più quadri energetici ed è necessario ricevere ad una valutazione energetica da parte di un medico od operatore specializzato nella medicina cinese.

 

Il Cervello e l’intelligenza

Nel Suwen si trova scritto che

la testa è il palazzo dell’intelligenza

Il Cervello, così come in medicina occidentale, è pertanto anche in medicina cinese sede della chiarezza mentale e del pensiero.

Da questo punto di vista sembra esserci una sorta di sovrapposizione tra le funzioni del Cervello e le funzioni del Cuore. Il Cuore, infatti, in medicina cinese, ospita lo Shen (mente) responsabile, anch’esso del pensiero e della memoria.

In realtà, Cuore e Cervello sono entrambi sede del pensiero e della conoscenza e dell’intelligenza dell’uomo. Mentre, però, il Cuore governa l’intelligenza emotiva ed istintiva, il Cervello governa la conoscenza razionale.

cervello in medicina cinese

Il Cervello e i sensi

Secondo la medicina cinese, il Cervello controlla la memoria, la concentrazione, la vista, l’udito, il tatto e l’olfatto:

quando il Qi della parte superiore del corpo è insufficiente, il Cervello non è riempito e ci potrebbero essere problemi uditivi, acufeni, capogiri o visione offuscata (Ling Shu Jing).

Il Cervello è in connessione con gli organi di senso e con gli orifizi della testa, quindi con la percezione del mondo esterno.

 

Autore: Laura Vanni

Laura Vanni è operatore tuina-medicina cinese con diverse specializzazioni. E’, inoltre, istruttore qualificato CONI di qi gong e taijiquan stile Yang presso la Hung Sing Martial Arts Kung fu Academy. Precedentemente ha conseguito la laurea in sociologia e il dottorato in metodologia delle scienze sociali e politiche lavorando per circa 15 anni nel settore della ricerca sociale e di mercato. Ha scritto diversi libri divulgativi sui temi della medicina cinese, della meditazione e del qi gong.


Per la redazione di questo articolo sono stati consultati questi manuali:

Di Stanislao, De Bernardinis, Corradin, Visceri e Meridiani Curiosi, CEA

 

Maciocia, I fondamenti della medicina cinese, Edra 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.