Il Qi difensivo (Weiqi), sentinelle sempre in movimento

Che cos’è Weiqi o qi difensivo? Quali sono le sue caratteristiche in medicina cinese?

 

In cinese 衛 wèi significa difendere, guardia.

All’interno troviamo il radicale wèi, elemento fonetico che indica la pronuncia, ai lati il carattere xíng di camminare.

In medicina tradizionale cinese, quando si incontra wèi insieme a qì il significato diventa “energia difensiva”.

Il Neijing Suwen, al capitolo 43, spiega:

L’energia Wei è l’energia robusta che proviene dagli alimenti. E’ insieme agile e rapida. Non penetra all’interno dei Jingmai, perciò circola nella carne, nelle fibre muscolari, nel peritoneo e si disperde nel torace e nell’addome”.

E il  Neijing Lingshu afferma:

L’Uomo accoglie l’energia degli alimenti nello stomaco. Questa energia passa ai polmoni: i cinque organi e i sei visceri la ricevono. L’energia pura è la Ying, l’energia impura è la Wei. L’energia Ying circola all’interno dei Jingmai, l’energia Wei circola fuori dai Jingmai”.

La weiqi (qi difensivo) deriva dalla elaborazione delle energie e sostanze nutritive degli alimenti, e costituisce una parte della energia yang del corpo, insieme all’energia originaria yuanqi e al qi degli organi.

Circola fuori dai vasi ed è principalmente distribuita nei muscoli e nella pelle per nutrire e scaldare il sottocutaneo, regolare l’apertura e la chiusura dei pori, difendere il corpo.

Circolando anche nei muscoli, il qi difensivo è in relazione con il movimento.

Weiqi si comporta come una sentinella di guardia dei confini del territorio.

In caso di pericolo, come quando, per esempio, ci si espone al freddo esterno, la sentinella richiama e attira truppe in periferia per difendere dall’attacco. Se la forza delle difese è sufficiente l’assalitore verrà respinto e la malattia non si manifesterà. Nel caso in cui il freddo esterno sia più forte della weiqi, allora le difese saranno superate e il fattore patogeno potrà penetrare.

qi difensivo

La zona di confine sono i canali energetici jingmai, posti tra l’esterno e l’interno del corpo, che possono subire l’invasione dei fattori patogeni in caso di debolezza relativa della weiqi.

La linea più esterna, e quindi più esposta agli attacchi, è il Taiyang, composto dai due canali di Vescica e di Intestino Tenue.

L’organo invece più a diretto contatto con l’esterno è il Polmone, che distribuisce la weiqi alla superficie.

Ma ricordiamoci che il qi del corpo è uno solo, e che lo chiamiamo in modo diverso (weiqi, qi del taiyang, etc) solo a seconda di dove si trova in quel momento e che funzione svolge.

Alimentarsi correttamente, rifornirci del giusto calore e tenerci in movimento ha l’effetto di nutrire le nostre truppe di difesa, di tenerle al caldo e allenate, in modo da essere efficaci in caso di necessità.

 

Autore: Vito Marino, medico agopuntore 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: