Le cefalea in medicina cinese: tesi da scaricare

Pestilli, La cefalea in medicina occidentale e in medicina cinese: inquadramento e terapie

 

Nella tesi di Marcello Pestilli si analizzano i meccanismi patogenetici, le diverse classificazioni e i vari trattamenti terapeutici della cefalea, sia in Medicina Occidentale che in Medicina Cinese.  Si forniscono, inoltre, schemi differenziati legati a diverse scuole e vari
autori. Si riportano, infine, alcuni studi scientifici sull’efficacia del trattamento agopunturistico nelle cefalee.

Cefalea in medicina cinese

La cefalea in medicina cinese si definisce “toutong” (dolore alla testa) o “toufeng” (vento alla testa).

cefalea in medicina cinese

Nella tesi si evidenzia che, nell’accezione cinese, la testa è “l’area di massimo potenziale di energia nella circolazione del Qi nei meridiani e quindi incline ad essere colpita intrinsecamente dalla risalita di energia, o dei fattori patogeni verso l’alto.

La testa (detta anche Palazzo dello Yang) è il massimo dello Yang essendo il luogo di incontro di tutti i meridiani principali Yang e quindi del Tai Yang, dello Shao Yang e dello Yang Ming, dei meridiani tendino muscolari Yang dell’alto e del basso, dei meridiani distinti e dei luo longitudinali del GI, E, V. Alla testa arrivano anche i meridiani Yin come il meridiano principale del fegato e del cuore.”

Da qui è evidente che  “tutte le turbe dei meridiani o degli organi/visceri possono dare cefalee”.

La cefalea in medicina cinese non è una “malattia” ma un sintomo. E’ quindi indispensabile prenderla in considerazione come tale, ricercando la turba energetica di base (“radice”) grazie ad una accurata valutazione energetica.

 

Scarica il PDF completo:

PESTILLI_Le cefalee in medicina occidentale e in medicina cinese.pdf