Ernia inguinale: inquadramento in medicina cinese

Ernia inguinale in medicina occidentale

L’ernia inguinale è la protrusione e/o fuoriuscita di una parte dell’intestino attraverso un’apertura della parete addominale nell’inguine.

I soggetti presentano un rigonfiamento non dolente all’inguine o allo scroto. L’apertura della parete addominale può essere presente fin dalla nascita o può svilupparsi successivamente.

L’ernia inguinale determina di solito un rigonfiamento, che però non è dolente, all’inguine. Il rigonfiamento può aumentare di volume quando il paziente sta in piedi e diminuire quando si distende, perché l’intestino si sposta in avanti e in basso, o indietro, con la gravità. Una complicanza avviene quando una parte di intestino viene “intrappolata” nello scroto, e si chiama “incarcerazione” o “intrappolamento”. L’intrappolamento dell’ernia può portare a una mancanza di afflusso sanguigno e può andare in necrosi cancrenosa anche nel giro di poche ore.

La diagnosi medica si pone sulla base dell’esame obiettivo. Con il paziente in posizione eretta, il medico palpa l’inguine e gli chiede di tossire. I colpi di tosse aumentano la pressione all’interno dell’addome e fanno protrudere maggiormente l’ernia in avanti. La diagnosi può essere confermata dalla TAC o dall’ultrasuonografia.

L’indicazione è l’intervento chirurgico se l’ernia riguarda donne, provoca sintomi o diventa ernia strangolata o incarcerata. Nel maschio con ernia inguinale asintomatica, la chirurgia non è necessaria. Per le ernie strangolate e incarcerate, è necessario un intervento chirurgico d’urgenza per spingere l’intestino fuori dal canale inguinale.

 

Ernia inguinale in medicina tradizionale cinese

Le ernie in MTC sono una manifestazione della sindrome “Crollo del qi. Il Crollo del qi è una variante della sindrome Deficit del qi, nella quale il qi perde la sua capacità di salire e di mantenere gli organi nelle loro sedi, cioè la sua funzione dominatrice (o di controllo).

Nell’ambito delle possibilità di trattamento, l’agopuntura può essere indicata nelle forme in cui non vi sia una indicazione chirurgica.

 

Il trattamento dell’ernia inguinale con agopuntura verrà approfondito nel prossimo articolo.

Vito Marino
medico agopuntore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: