Yíngqì, l’energia che nutre e costruisce

Continua il nostro viaggio fra i tipi di qi: oggi parliamo di yíngqì, l’energia nutritiva

Il carattere 营 yíng significa battaglione, accampamento, organizzare, costruire, nutrire. E’ composto dalla parte superiore 荧 yíng che è l’elemento fonetico e che nella forma non semplificata 熒 indica dei fuochi che circondano un tetto, e dalla parte inferiore 吕 che indica due mura.

Il significato generale del carattere è una costruzione ben protetta e nutrita dal calore. Quindi yíngqì è l’energia che costruisce e nutre. Porta i liquidi nei vasi e li trasforma in sangue, scorrendo insieme ad esso per concorrere alla nutrizione dell’intero corpo, tanto che spesso si parla di “yíngqì sangue” come una unità funzionale.

Yíngqì: come si forma e dove circola?

Yíngqì proviene dalle sostanze nutritive degli alimenti attraverso la digestione e l’assorbimento (“trasformazione e trasporto”) operate da milza e stomaco. Costituisce una coppia yīn/yáng con wèiqì, il difensivo; insieme coordinano la normale apertura e chiusura degli interstizi, regolano la temperatura corporea, l’alternanza di vitalità diurna e riposo notturno.

Il mancato equilibrio tra yíngqì e wèiqì conduce ad avversione al freddo, febbre, assenza  di sudorazione o sudorazione profusa, indebolimento delle resistenze del corpo, diminuzione della vitalità diurna e di un buon riposo notturno.

Yíngqì circola nei 12 canali 50 volte al giorno, facendo così un percorso completo nei 12 canali ogni 28’48”, ed è il che si percepisce nel battito del polso.

Il qi del corpo umano è uno solo o sono tanti?

Energia vitale (Qi). Cos’è secondo la medicina cinese