Anno del Cane di Terra Yang. Consigli per la salute

L’anno cinese 2018 è l’anno del Cane di Terra Yang, e il Movimento Terra tenderà ad essere in Eccesso.

Ecco alcuni consigli per mantenere la salute in quest’anno.

 

Tendenze patologiche

Dal punto di vista generale, nell’anno del cane Yang saranno possibili disturbi a carico del Movimento Acqua. Questo sarà in Deficit per la forte azione di inibizione da parte della Terra e del Movimento Legno, che dovrà  limitare la Terra, per i rapporti tra questi Movimenti e la  Terra in Pienezza, esaurendo quindi la sua energia.

Il Deficit del Movimento Acqua potrà manifestarsi con  disturbi urinari, alle orecchie, con ansia e paure.

L’impegno del Movimento Legno si potrà manifestare con  disturbi digestivi, muscolari, oculari e visivi, con irritabilità.

 

Massaggio e automassaggio

Nell’anno del cane yang è particolarmente indicato il massaggio regolare di due punti che rinforzano Acqua e Legno come KI3-taixi e LR3-taichong (vedi foto).

 

Colori propizi e altro nell’anno del cane yang

Per bilanciare la  preponderanza del Movimento Terra in Pienezza, i colori più propizi sia per i capi di  abbigliamento, sia per l’arredamento delle case sono quelli  in relazione con il Movimento Legno, verde/azzurro, e il Movimento  Acqua, blu e nero.

Sempre nell’ottica di proteggere le eventuali debolezze  che si potrebbero manifestare, utili nell’arredamento e da  portare addosso oggetti di legno. In casa favoriti i  possessori di acquari!

 

Alimentazione

Importante per rinforzare il Rene, organo del Movimento Acqua, aumentare il consumo di alimenti di colore nero come soia nera, cozze. Alimenti di sapore salato e natura yang come riccio di mare, gamberetti, piccione, prosciutto, cinghiale, uova di pesce, ceci, piselli.

E importante per rinforzare il Fegato, organo del Movimento Legno, aumentare il consumo di alimenti di colore verde come sedano, soia verde, lattuga. Alimenti di sapore acido e natura yang come fagiano, maiale, pollo, mandarino, albicocca, pesca, prugna, biancospino, olive.

 

Autore: Vito Marino, medico agopuntore