Il diabete in medicina tradizionale cinese

DIABETE E MTC

Il Diabete è una sindrome caratterizzata da iperglicemia (alto valore di glicemia nel sangue) con presenza ripetuta di una glicemia a digiuno > 125 mg/dl (> 6,9 mmol/l) o di qualsiasi livello glicemico postprandiale > 200 mg/dl (> 11,1 mmol/l), conseguente alla riduzione assoluta o relativa della secrezione di insulina e/o dell’attività insulinica.

Negli anziani, il diabete mellito (DM) di tipo II è molto più frequente di quello di tipo I. Generalmente, il tipo I può essere differenziato dal tipo II grazie al suo esordio precoce e alla dipendenza dalla terapia insulinica.

La prevalenza del DM di tipo II aumenta con l’età (da circa il 3-5% nelle persone tra il 4° e il 5° decennio di vita a circa il 10-20% nelle persone tra il 7° e l’8° decennio).

(Fonte: https://www.msd-italia.it/altre/geriatria/sez_8/sez8_64.html)

In cinese “Xiao Ke”: “ke” significa “sete”, “xiao” letteralmente vuol dire “digestione”, in questo caso “consumo eccessivo di cibi”.

L’agopuntura e la MTC possono contribuire a regolarizzare i livelli ematici di insulina, con risultati tanto migliori quanto più precocemente è trattata la malattia. Nello stadio iniziale, dieta alimentare e MTC consentono di non ricorrere a farmaci ipoglicemizzanti. In una fase “intermedia” si possono associare farmaci (o fitoterapia) e altre tecniche di MTC come agopuntura, tuina e qigong, con risultati di stabilizzazione della glicemia e, a volte, di interruzione della terapia farmacologica. Anche i pazienti insulino-dipendenti possono avere vantaggi dalla terapia con MTC, associata allla terapia farmacologica.

Origine e sviluppo del diabete in medicina tradizionale cinese

Sovrappeso. Le persone grasse tendono ad avere una accumulazione di umidità interna, che facilmente produce tan-umidità. Se il tan-umidità ristagna a lungo, si trasforma in calore. Il calore brucia i jinye e danneggia lo yin.

Irregolarità dietetiche, consumo eccessivo e protratto di cibi grassi e alcolici che producono umidità e calore, con indebolimento di milza e stomaco. Il calore danneggerà lo yin, con segni di secchezza e di calore. Il calore si accumulerà nel jiao medio, con appetito e sete aumentati ma anche sensazione di pienezza.

Se vuoi proseguire con la lettura e leggere l’inquadramento in medicina cinese, vai all’articolo originale su Studio Adelasia

Se ti interessa questo argomento, puoi scaricare anche l’articolo Nutrire l’acqua. Dietetica e farmacologia del diabete mellito in MTC