Ansia cronica e medicina cinese

La sensazione di ansia comprende stati emotivi di paura e preoccupazione. Questo disturbo è molto comune nei paesi occidentali e rappresenta uno dei motivi (manifesti o latenti) più frequenti per i quali le persone si rivolgono alla Medicina Cinese.

Anche quanto l’ansia non è  il motivo principale della consultazione, nella mia esperienza di operatore questa condizione emotiva può essere concomitante al disagio-malattia per il quale la persona chiede aiuto.

 

Come l’ansia cronica influisce sulla postura

Solo per fare un esempio, la sensazione cronica di ansia influisce, inevitabilmente, sulla postura generando contrazioni e rigidità che si concentrano sulla zona delle spalle e del collo o anche della schiena. Così, come un animale tende i muscoli quando si sente minacciato, allo stesso modo  l’uomo si mette in tensione, sovraccaricando inconsapevolmente tutta la struttura. Mentre nell’animale quest’atteggiamento di tensione è provvisorio e limitato alla situazione di pericolo (“tendere i muscoli” significa essere più sensibili, percettivi e, soprattutto, pronti alla fuga), nell’uomo questo atteggiamento è cronico e spesso si protrae anche durante il sonno.
I motivi che sono alla base di questa condizione sono psichici, ovviamente profondi, a volte antichi, e vanno affrontati in altra sede, con l’aiuto di un professionista in questo settore.

 

Il ruolo della medicina cinese

Il lavoro dell’operatore di medicina cinese è quello di favorire il riequilibrio energetico nella dialettica Yin-Yang nella consapevolezza che l’ansia è la manifestazione di uno squilibrio che potrà riguardare il Sangue o il Qi. In presenza di un Deficit di Sangue o di Yin, per esempio, la persona si sentirà spesso preoccupata, con un’ansia generalizzata e apparentemente immotivata “come se dovesse succedere qualcosa”. Di contro, in presenza di Calore (Eccesso) la persona si sentirà inquieta, agitata spesso anche nel sonno.  Al di là dell’apparente semplicità, la differenziazione tra Deficit ed Eccesso può essere condotta solamente mediante una valutazione energetica che tiene conto di molti aspetti indispensabili (anamnesi, palpazione dei polsi, osservazione della lingua…).

(Laura Vanni)